Pagliaccetto neonato: caratteristiche principali e migliori modelli

Il corredino del neonato è pieno di indumenti, che in genere vengono regalati alla nascita e che molto spesso diventano piccoli senza essere indossati. Il bebè cresce velocemente e nel suo guardaroba non possono mancare i pagliaccetti, capi pratici e versatili per tutte le occasioni e le stagioni.

Cos’è il pagliaccetto

Il pagliaccetto assomiglia molto a un body ma veste molto meglio perché è più largo e permette più movimenti al neonato. Si tratta di un completino intero, facile da indossare e da togliere, che può essere senza o con maniche, che in genere lascia scoperte gambe e piedini. E’ un indumento particolarmente comodo che lascia ampia libertà di movimento al piccolo e grazie all’apertura nella parte bassa facilita il cambio pannolino, che in alcuni casi può essere molto difficile da gestire.

Questo indumento infatti presenta una chiusura con clip molto pratica da aprire e chiudere, in modo che il bebè in un batter d’occhio è subito vestito e pronto, senza che la vestizione lo faccia innervosire. E’ uno dei capi d’abbigliamento per la prima infanzia più belli, perché in commercio se ne trovano davvero di simpaticissimi, sia per femminucce che per maschietti. Pur essendo nato come indumento per bimbe, oggi è diventato un capo unisex, che indossano indifferentemente neonate e neonati.

Poi vedrai quanto sono divertenti, colorati ed eleganti i pagliaccetti che trovi nei negozi, ad esempio in questa sezione di SPIO, dove i pagliaccetti proposti sono realizzati con materiali di assoluta qualità. Senza considerare che l’ampio assortimento ti permetterà di scegliere tra fantasie e colori diversi il pagliaccetto perfetto per il tuo bebè.

Perché il pagliaccetto per neonato piace tanto?

Il pagliaccetto piace soprattutto perché si presta ad essere indossato sia in casa che per uscire, per una cerimonia o in qualsiasi occasione. Ci sono pagliaccetti estivi, ovvero quelli più sbracciati e sgambati, che lasciano fresco il bebè anche quando fa molto caldo e pagliaccetti invernali, che coprono tutto il corpo del bimbo, in modo che stia più possibile caldo. In questo caso il pagliaccetto assomiglia molto ad una classica tutina intera.

Un altro punto a favore del pagliaccetto, per bimbe e bimbi, è la possibilità di completare l’outfit del bebè con altri accessori coordinati. Possono essere piccole cravatte o papillon per i maschietti o cerchietti o fasce per i capelli per le bimbe.

A che età si usa il pagliaccetto?

Puoi vestire un neonato con il pagliaccetto dai 3 mesi di età e fino ad oltre 2 anni di vita. Ti accorgerai di quanto sia un capo facile da sfilare sia se ha la chiusura sul davanti che nella parte inferiore. Il pagliaccetto può avere piccoli bottoncini anche sul collo, sul cavallo o in altri punti, tutti utili a vestire e spogliare il bimbo in pochissimi attimi.

Risulterà infatti comodo perché potrai vestirlo senza nemmeno stenderlo sulla schiena, cosa che normalmente fai per cambiargli il pannolino. L’unica accortezza, quando si sceglie la misura del pagliaccetto, è quella di controllare che non sia troppo stretto intorno alle gambe o alle braccia dove sono presenti degli elastici.

Pagliaccetti per ogni stagione

Come anticipato ci sono diverse tipologie di pagliaccetti, idonei a vestire il neonato nelle diverse stagioni dell’anno. In estate questo capo d’abbigliamento è un vero e proprio must have, visti i tanti modelli in commercio. Sono in cotone, materiale naturale che permette la traspirazione e quindi non tiene troppo caldo al bimbo. Controlla sempre che sia anche antiallergico.

Ci sono modelli senza maniche, con maniche a sbuffo, con i pantaloncini o senza. Quasi tutti lasciano le gambette e i piedini scoperti. Il pagliaccetto invernale è molto simile a una tutina perché è completo di piedi e di gambe in modo che protegga anche dal freddo. Può essere in ciniglia, in cotone invernale o in lana, tutti materiali caldi e avvolgenti.

Quando acquisti il pagliaccetto per il tuo bimbo fai comunque attenzione alla taglia, perché non dovrà essere né troppo largo né troppo stretto, per consentire al piccolo di muoversi liberamente. Il pagliaccetto in ogni caso si differenzia dalla tutina per il simpaticissimo sbuffo che presenta nella parte anteriore, sul pancino. Questo dettaglio, insieme alla facilità di apertura, lo rende uno dei capi preferiti dalle mamme e anche dai neonati.