Come pianificare un viaggio fai da te

Pianificare un viaggio è la chiave del successo quando si vuole godere a pieno della propria vacanza fuori città. Niente intoppi in aeroporto, nessun problema con gli alberghi, idee già chiare su cosa andare a visitare.

Conoscete un modo migliore per staccare la spina lontani da casa propria? Ecco allora qualche utile suggerimento da tenere sempre in considerazione quando si comincia ad organizzare il proprio agognato periodo di ferie.

Scegliere dove andare in vacanza

La prima cosa da fare sarà scegliere la meta del vostro peregrinare. Potrete seguire il vostro cuore ed il vostro istinto, i suggerimenti degli amici o ispirarvi ad alcuni libri di settore. A seconda della meta scelta e anche della durata della vacanza valuterete con quale mezzo viaggiare. Prendere il treno o il pullman per destinazioni lontane è una buona scelta se la vacanza dura almeno una settimana. In caso contrario rischiereste di passare più della metà del tempo in viaggio riducendo il tempo a disposizione per visitare la vostra meta.

Comprare il biglietto

A questo punto potrete procedere con lo step numero due: l’acquisto del biglietto. Se avete optato per viaggiare in aereo andate sui siti delle varie compagnie aeree o, meglio ancora, sui motori di ricerca per i voli come Jetradar.com. Prima di cliccare sulla voce “Acquista” quindi verificate sempre gli orari e le date di arrivo e partenza, la compagnia aerea, gli aeroporti da cui dovrete spostarvi e quelli in cui atterrerete e, perché no, il numero di scali con relative attese. Ovviamente accertatevi anche di aver selezionato la giusta meta, non si sa mai. Adesso date una sbirciatina alle mail: ci troverete il vostro e-ticket, ossia il biglietto aereo virtuale. Se così non fosse controllate anche lo spam: a volte la posta elettronica finisce lì per errore.

Viaggio in auto

Se invece la meta da raggiungere è relativamente vicina o comunque la vacanza è abbastanza lunga da permettervi di muovervi in auto senza il rischio di passare una percentuale troppo alta della vacanza in autostrada allora è chiaro per diventa necessario calcolare le spese da sostenere per il viaggio. Queste riguardano oltre alla benzina anche il pedaggio autostradale. Per aiutarvi in questi calcoli consiglio di utilizzare ViaMichelin. Nonostante il suo utilizzo sia intuitivo, tuttavia non tutti lo utilizzano al meglio delle sue possibilità. Perciò se volete ottenere il massimo da questo programma, vi consiglio di leggere la guida realizzata dal sito famigliainfuga.com che spiega punto per punto come pianificare nel dettaglio il vostro viaggio.

Pianificare l’itinerario ed organizzare la permanenza

Per stare più sicuri ma anche per godersi la vacanza sapendo cosa si sta guardando una buona idea potrebbe essere quella di acquistare delle guide di viaggio. Non solo vi daranno notizia dei luoghi da vedere, ma vi forniranno anche delle utili informazioni pratiche per arrivarci. Troverete una serie di suggerimenti utili ad individuare i monumenti di vostro interesse, a capire i tragitti percorsi dai mezzi pubblici, a valutare la possibilità di rivolgersi a delle compagnie di noleggio auto, a capire quali siano i documenti da portare con sé e quant’altro. Affidatevi sempre ad edizioni recenti, meglio ancora se aggiornate all’anno in cui partite. In questa fase comprate anche una cartina che potrà tornarvi utile quando meno ve lo aspettate.

Cartina

Adesso che avete raccolto tutti questi input, potrete valutare gli aspetti pratici della questione: come regolarsi con il denaro (cambiavalute, possibilità di accedere al bancomat, ecc.), come vestirvi o comportarvi in determinati luoghi, e così via.

Inoltre potrete, anche in funzione di ciò, tracciare un itinerario di tappe da visitare. Probabilmente non vi sarà possibile vedere ogni cosa soprattutto se sceglierete di recarvi in città particolarmente stimolanti e se avrete a disposizione poco tempo. Operate quindi delle scelte cercando anche di organizzarvi in maniera intelligente. Andate per zone o quartieri, valutate la disponibilità di mezzi pubblici, prendete il treno o l’aereo di notte e così via. Attenzione infine a prevedere anche delle pause defaticanti ed a non cadere nel tranello. Non sempre quando vi si dice che una città è visitabile in un paio di ore le cose stanno esattamente così. Preventivate quindi dei tempi abbastanza elastici o tendenzialmente abbondanti.

Gli ultimi step

Il vostro viaggio ormai è praticamente organizzato. Non vi resta infatti che pensare alle prenotazioni. Iniziate con gli hotel. Per far ciò il suggerimento è quello di controllare sui siti più famosi come Booking.com per gli alberghi oppure AirBnb.com per delle stanze. Ricordatevi comunque per sicurezza, anche se avete prenotato, di chiedere conferma un giorno prima del vostro arrivo circa la disponibilità della stanza. Utilizzate gli stessi criteri, anche per acquistare i biglietti per le visite, per i mezzi pubblici e per gli ingressi nei musei.

Bene, adesso preparate, rinnovate o producete ex novo tutti i documenti del caso, portate con voi le fotocopie dell’assicurazione di viaggio, gli indirizzi utili, l’itinerario, le prenotazioni  e… la valigia. Buon viaggio e buon divertimento!