Bon ton abbigliamento: look, outfit e vestiti giusti

Quando sentiamo parlare di stile bon ton nell’abbigliamento pensiamo subito a quella moda che prese piedi negli anni 40 e 50 di cui Audrey Hepburn è l’icona incontrastata.

La moda passa, lo stile resta. La celebre frase di Coco Chanel la dice lunga su quanto il bon ton nell’abbigliamento sia importante, tanto che si tratta di uno stile di abbigliamento ancora di tendenza. La moda cambia in continuazione e non basta evolvere con lei per definirsi eleganti.

Abbigliamento bon ton

E’ tutta una questione di stile più che di outfit. Anche se si è alla moda per non apparire volgari o fuori posto è necessario seguire le regole del bon ton. Lo stile bon ton riguarda anche il modo di atteggiarsi e di comportarsi. La camminata deve essere fluida, senza mai trascinare i piedi.

Vestiti

La giacca si indossa anche a tavola, lasciandola aperta e in tutte le altre occasioni va portata con l’ultimo bottone sempre aperto.

In estate specialmente si è tentati dal vestire con camicie a maniche corte. Sbagliatissimo, sono tutt’altro che chic. Meglio indossare un capo a maniche lunghe e ripiegarle all’altezza del gomito.

Se si indossa una mini gonna non ci si può sedere a gambe aperte e in abbinamento non si devono indossare scollature vertiginose. Se si portano i guanti la regola suggerisce all’uomo di toglierli sempre quando si stringe la mano, la donna può anche tenerli.

Lingerie

Cominciamo dalla lingerie che dovrebbe sempre essere nascosta e mai a vista. Potrebbe sembrare una cosa antiquata ma la biancheria intima, che sia in pizzo o meno, non dovrebbe mai fare capolino. Non è affatto elegante o chic vedere spuntare uno slip o una parte del reggiseno. Infine mai indossare i due pezzi della lingerie di colori diversi, vanno sempre abbinati.

Le calze, anche leggere nella bella stagione, sono un simbolo indiscusso di raffinatezza ed eleganza. Il galateo suggerisce di indossarle sempre negli outfit formali. Non si sbaglia mai.

Cappello

Il cappello è un accessorio che detta stile ma va portato soltanto di giorno e tolto negli spazi al chiuso. Non si deve portare mai di sera per appuntamenti eleganti, quindi no ad un concerto, a teatro o al cinema. E’ un errore anche portare in testa il cappello della felpa, non fa affatto moda.

Accessori

Non bisogna esagerare con i gioielli, specie se sono molto appariscenti perché non è di classe. Assolutamente banditi in spiagge e ad una cerimonia funebre.

L’orologio può essere indossato indifferentemente a sinistra o a destra. Non va portato se si indossa il frac, mentre con lo smoking si può indossare sotto il polsino della camicia. Una donna con abito elegante non deve portare l’orologio a meno che non sia un orologio gioiello.

Look bon ton

Continuiamo con il galateo per vestire bon ton. Foulard e sciarpe vanno portati in maniera versatile e raffinata. Il primo non va mai posizionato in testa perché è un outfit superato e la sciarpa non deve coprire la bocca.

Chi indossa gli occhiali è bene li tolga quando parla con gli altri, in modo da guardare le persone negli occhi. Lo smartphone, oggi sempre troppo presente, non va mai appoggiato sulla tavola.

Sempre meglio non esagerare con il profumo, che può infastidire gli altri e optare per un trucco sobrio ed equilibrato. Se si utilizza molto make up sugli occhi, meglio non truccare la bocca e viceversa. Infine il bon ton suggerisce di avere sempre mani perfette, con lo smalto curatissimo.

A volte essere alla moda è troppo costoso. Per questo non è obbligatorio, per essere eleganti, vestire soltanto con capi logati. Meglio puntare su accessori ed oggetti no logo piuttosto che orientarsi su brand che scimmiottano gli originali, questo sì che non è bon ton.