Abbigliamento in stile anni 60, 70, 80 e 90: dai colori e geometrie al grunge

Gli anni ’60, i ’70, così come gli ’80 ed i ’90 sono stati molto significativi dal punto di vista dello stile e delle mode. I vestiti non definivano soltanto il look di un individuo, ma a volte servivano anche per veicolare determinati messaggi.

Inoltre permettevano di identificarsi in determinati gruppi sociali o esprimere disaccordo nei confronti del potere e dei valori cari alle precedenti generazioni.

Ancora oggi alcuni elementi tipici di questi periodi storici tornano prepotentemente alla ribalta o semplicemente riaffiorano alla memoria di chi quei periodi, o almeno parte di essi, ha avuto la fortuna di viverli.

Stile anni 60: colori e geometrie

Gli anni ’60? Sono quelli che il sito www.fanatica.it definisce lo stile “Twiggy” in omaggio alla modella Twiggy Lawson, icona di stile di quel periodo.

Vestito stile anni 60

Sono anni che si ricordano per il turbinio di colori e per la perenne voglia di star sopra le righe. Le stampe optical o floreali e le texture geometriche o futuristiche contraddistinguono questa epoca così come l’innata tendenza alla rivoluzione, al cambiamento e, perché no, allo scandalo. Un esempio? La minigonna!

Se adesso dovessimo inscenare un film ambientato in quel preciso periodo storico molto probabilmente la nostra protagonista vestirebbe uno stringato abito a trapezio tessuto con stoffe in tutto e per tutto corrispondenti ai dettami di cui sopra. La nostra attrice calzerebbe anche un bel paio di stivaloni alti, sfoggerebbe tessuti e pellami di colori stravaganti o, secondo i casi, di un bianco smagliante ed avrebbe capelli debitamente cotonati.

Stile anni 70: gli hippies e le proteste sociali

Il clima sociale e culturale negli anni ’70 è un po’ diverso rispetto a quello che si respirava nel decennio precedente. Adesso in molti aderiscono all’ideologia del flower-power, aprono la loro mente a culture lontane ed anelano ad una libertà di idee prima nemmeno pensabile. Stile anni 70

Come rendono l’idea moda e stilisti? Beh, con gli stravaganti pantaloni a zampa, con texture tie dye, con zeppe vertiginose, con camicioni spesso sbottonati sul petto, coloratissime bandane, gonne estremamente lunghe, maglie crochet e coroncine delicatamente poggiate su capelli lunghi e fluenti.

Ma la moda di quegli anni non era solo quella dettata dagli hippies. Proprio in questo decennio presero piede le giacche ben strutturate in cui si evidenziava la linea delle spalle e si poneva in risalto una vita agile e sottile tramite delle leggere aderenze, nascono le prime stoffe sintetiche, si fa ampio ricorso ai lustrini e si comincia ad apprezzare l’abbigliamento sportivo.

Stile anni 80: estro e fantasia

Ed eccoci arrivati agli anni ’80: un’epoca in cui la moda diventa coloratissima, provocante, estrosa e quanto più esagerata possibile. Del resto basta un po’ guardare i video che ritraggono le icone pop dell’epoca per capire come ci si conciasse per andare in giro. Il trucco ed il parrucco erano quasi eccessivi, i colori sgargianti, si faceva ampio ricorso al pellame ed i guanti erano spesso privi delle dita. E che dire dell’uso e dell’abuso degli scaldamuscoli o delle sneakers?

Stile anni 80

Certo, le donne un po’ meno appariscenti, sempre per modo di dire, si accontentavano di fuseaux colorati e di pantaloni a sigaretta, sfoggiavano tacchi altissimi e capigliature cotonatissime.

Cosa accomunava tutti? Il colore, l’abitudine di indossare tantissimi gioielli, gli occhiali da sole in pieno stile aviator e le fascette per capelli.

Stile anni 90: arriva lo stile grunge

Chi negli anni ’90 non ha mai indossato una camicia in flanella magari a quadrettoni? E chi non ha fatto in modo di tenerla sbottonata mettendo in bella mostra una maglietta aderente, un top o una t-shirt rigorosamente annodata sopra l’ombelico?

Camicia in flanella

Immancabili erano anche i jeans, meglio se di qualche misura più grandi, i vestiti unisex, i giubbotti di pelle, gli anfibi, gli smanicati e gli hot pants. In molte hanno indossato gonne skater, sfoggiato ciuffi frisé ed acconciature stravaganti… Che bei tempi!